“E' ORA PER IL PD DI CAPIRE I BISOGNI DELLA GENTE”

23 gennaio 2017

Il 4 gennaio scorso il Gazzettino ha pubblicato una mia intervista sul Partito Democratico del Veneto e quello provinciale trevigiano. Se il Pd del Veneto vuole provare ad essere rappresentativo della società veneta, il cambiamento deve cominciare da un congresso regionale vero, aprendo con umiltà una riflessione seria sulle ragioni della così limitata capacità della dirigenza di farsi interprete dei bisogni, delle esigenze e delle inquietudini dei nostri concittadini. E questo sarà possibile solo se il partito si darà delle regole trasparenti e inclusive, non come quelle messe in campo per l’ultima campagna elettorale regionale, dove furono indette delle primarie controllate in modo 'bulgaro' dall'establishment, di soli 13 giorni. E’ importante che la segreteria regionale sia realmente contendibile, senza avallare direttive impartite da Roma, per avanzare proposte che mirino ad una rifondazione del Pd veneto in chiave autonomista e federalista, come ho ribadito al Gazzettino anche il 9 gennaio scorso: http://www.simonettarubinato.it/index.php?area=6&menu=114&page=327&lingua=4&idnotizia=4703. Solo se si parte con una diagnosi corretta, allora sarà possibile una cura efficace, partendo da un allargamento della partecipazione per costruire una proposta politica innovativa.

 

Ecco la mia intervista:

                                         


pubblicata il 23 gennaio 2017

<<
<
 ... 220221222223224225226227228 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico